Aforismario 

 

Setta

Vedi anche: Religione

 

Abeliani. Setta religiosa africana che seguiva i precetti di Abele. Sfortunatamente gli Abeliani erano contemporanei ai Cainiani, e sono ora estinti.
Ambrose Bierce, Il dizionario del diavolo, 1911

 

Eucarestia. Sacro rito della setta religiosa dei Teofagi.
Ambrose Bierce, Il dizionario del diavolo, 1911

 

La religione non è che un elemento dell'ordine e, quel che è peggio, di un ordine per il caos e per la morte, coloro che si sforzano di viverla saranno gli eretici di domani e domani l'eresia attesterà la fede ridivenuta sincera, da cento parti stiamo andando verso l'esplosione dei sistemi, poi andremo verso il brulicare delle sette, ma non saremo salvati dal fervore di qualcuno o dalla spontaneità di qualcun altro. E già troppo tardi, siamo entrati nel vortice, non sfuggiremo più a ciò che ci trascina, e sappiamo di essere condannati.
Albert Caraco, Breviario del Caos, 1982 (postumo)

 

Il giansenismo dei cristiani è lo stoicismo dei pagani, degradato nella forma e condotto alla portata di una plebaglia di cristiani; e questa setta ha avuto per difensori dei Pascal e degli Arnaud!
Nicolas de Chamfort, Massime e pensieri, 1795 (postumo)

 

In una delle cappelle di quella chiesa brutta quant'altre mai, si vede la Vergine che con il Figlio si erge sopra il globo terrestre. Una setta aggressiva che ha minato e conquistato un impero e ne ha ereditato le tare, a cominciare dal gigantismo.
Emil Cioran, L'inconveniente di essere nati, 1973

 

Nessun partito, setta o religione deve fidarsi di chi è consapevole delle ragioni per cui si affilia. Ogni adesione autentica, in religione, politica, amore, precede il ragionamento. Il traditore ha
sempre scelto razionalmente il partito che tradisce.
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977/92

 

Quasi ogni setta del cristianesimo rappresenta una perversione della sua essenza in un compromesso con i pregiudizi del mondo.
William Hazlitt, Attorno alla tavola, 1817

 

I fanatici hanno i loro sogni, nei quali intessono un paradiso per una setta.
John Keats, La caduta d'Iperione, 1819

 

Il diffondersi delle sette sataniche è un fenomeno socio-religioso alquanto complesso. Esso, infatti, sembra esprimere per un verso la tensione dell’uomo verso la ricerca di qualcosa o di qualcuno che dia un senso alla propria esistenza, per l’altro esso appare come l’espressione concreta di una forma di religiosità che pratica il culto dello Spirito del male e predica la ribellione a Dio: il satanismo.
Vincenzo M. Mastronardi, Ruben De Luca  e Moreno Fiori, Sette sataniche, 2008

 

Mi chiedo se gli altri cani non pensino che i barboncini facciano parte di una qualche bizzarra setta religiosa.

Rita Rudner

 

Il nostro tornaconto, quale che sia, esercita un'autorità segreta sul nostro giudizio, sicché ciò che gli è in qualche modo conforme subito ci appare conveniente, giusto, ragionevole, mentre ciò che gli si oppone ci si presenta in tutta serietà come ingiusto, riprovevole, assurdo o inopportuno - il che dà origine a innumerevoli pregiudizi di ceto, di nazione, di setta e di religione.
Arthur Schopenhauer, Il primato della volontà sull'intelletto, 1966-1975 (postumo)

 

Setta: comunità spirituale con troppo pochi adepti per essere considerata una religione.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

Fanatismo
Home Page - Avvertenze - Contatti - Torna su