Antonio Cassano 

 

Antonio Cassano

Bari 1982
Calciatore italiano

Aforismario

 

Le mattine non servono a niente, 2009


Gli altri si allenano per vincere gli scudetti, io gioco per essere felice.

 

Ebbene sì, sono il primo che ha scritto più libri di quanti ne abbia letti.

 

La buona volontà è fondamentale. Ho fatto decisamente prima a fare pace con Delneri che a capire che cazzo stesse dicendo.

 

Non essere impulsivo. Fai come me. Prima di esplodere, conta sempre almeno fino a 1…

 

Mia madre si è talmente abituata a essere insultata dai tifosi avversari che, se non lo fanno, quasi ci rimane male. Si sente trascurata…

 

Essere terrone significa essere perfetto, saper vivere nella ricchezza e nella povertà, parlare con la brava persona e il delinquente: in pratica vivere tante vite, come me.

 

I giornalisti non devono avere il tuo numero di telefono. Chiamassero il 12.

 

Una ragazza fidanzata con un altro che sta con te la prima sera… è meglio che non diventi la tua fidanzata.

 

Se vuoi fare colpo su una donna, regalale 500 rose.

 

Se non hai i soldi per comprare le rose, diventa amico di un fioraio.

 

Nel calcio nessuno dice la verità. Solo io e pochi altri. Non conviene mai, ma chissenefrega!

Le mattine non servono a nienteLe mattine non servono a niente
E altre 364 cassanate in forma di aforisma (aforismo?) per vivere un anno da fantasista
Autore Antonio Cassano;

Pierluigi Pardo
Editore Rizzoli, 2009

 

"Ebbene sì, sono l'unico che abbia scritto più libri di quanti ne abbia letti." Le mattine non servono a niente raccoglie 365 colpi di tacco sotto forma di aforisma (abbiamo controllato, finisce con la "a") che sintetizzano la filosofia di vita del fuoriclasse e aspirante maitre-à-penser. Preziosi consigli da centellinarsi uno al giorno per un anno intero, che vi faranno ridere e pensare (che ci crediate o no).

Indice Autori - Home Page - Avvertenze - Contatti - Torna su