Axel Oxenstierna 

 

Axel Oxenstierna

conte di Södermöre
1583 - 1654
Politico svedese

Riflessioni e massime, 1645

Aforismario

 

A cinquant'anni si comincia a stancarsi del mondo, e a sessant'anni il mondo si stanca di voi.

 

Il disprezzo è la migliore risposta all'ingiuria.

 

Preferisco una scimmia che mi diverte a uno scienziato che mi annoia.

 

Il futuro è il giocattolo della speranza.

 

Di tutte le disposizioni dell'animo, la semplicità è ciò che conduce a una vita felice.

 

Chi ascolta la propria coscienza trova una guida sicura e meno infallibile di tante opinioni.

 

La pigrizia è il trono del peccato.

 

Chi ha conservato la fede in Dio non ha perduto niente, quand'anche avesse perduto il resto del mondo.

 

Ci sono azioni che valgono più di chi le compie.

 

La moda è l'idolo della gioventù, la più ridicola e la più rovinosa di tutte le vanità.

 

Un grande merito attrae molti ammiratori, ma pochi amici, e raramente dei benefattori.

 

La fortuna è capricciosa; una negligenza, una disattenzione, un niente può irritarla.

 

Tutto ciò che non contribuisce in niente alla tranquillità dell'animo è indegno della nostra attenzione.

 

La pazienza è la migliore delle scienze.

 

L'occasione favorevole è madre della fortuna.

 

Chi apprezza il denaro più del proprio onore è indegno dell'uno e dell'altro.

 

Tendere le mani al proprio destino è un modo infallibile per addolcirne i rigori.

 

La pigrizia prende spesso in prestito il nome di riposo.

 

Il mondo è un vasto teatro in cui ognuno interpreta la sua parte con la maschera sul naso.

 

La critica non è che un frutto dell'invidia.

 

È molto meno raro trovare uomini senza virtù che uomini senza difetti.

Traduzione dal francese a cura di Giovanni Soriano

Indice Autori - Home Page - Avvertenze - Contatti - Torna su