Carlo Collodi  

Carlo Collodi

(Carlo Lorenzini)

Firenze 1826 - 1890
Scrittore e giornalista italiano

Le avventure di Pinocchio

Storia di un burattino, 1881

Aforismario

 

La miseria, quando è miseria davvero, la intendono tutti: anche i ragazzi.

 

Non dar retta ai consigli dei cattivi compagni: se no, te ne pentirai!

 

Non ti fidare, ragazzo mio, di quelli che promettono di farti ricco dalla mattina alla sera. Per il solito, o sono matti o imbroglioni!

 

Come siamo disgraziati noialtri poveri ragazzi! Tutti ci sgridano, tutti ci ammoniscono, tutti ci dànno consigli. A lasciarli dire, tutti si metterebbero in capo di essere i nostri babbi e i nostri maestri.

 

Gli assassini sono stati inventati apposta dai babbi, per far paura ai ragazzi che vogliono andare fuori la notte.

 

I ragazzi che vogliono fare di loro capriccio e a modo loro, prima o poi se ne pentono.

 

Il medico prudente quando non sa quello che dice, la miglior cosa che possa fare, è quella di stare zitto.

 

Le bugie, ragazzo mio, si riconoscono subito! perché ve ne sono di due specie: vi sono le bugie che hanno le gambe corte, e le bugie che hanno il naso lungo.

 

Dire le bugie, il più brutto vizio che possa avere un ragazzo.

 

In questo mondo, quando si può, bisogna mostrarsi cortesi con tutti, se vogliamo esser ricambiati con pari cortesia nei giorni del bisogno.

 

I ragazzi che assistono amorosamente i propri genitori nelle loro miserie e nelle loro infermità, meritano sempre gran lode e grande affetto, anche se non possono esser citati come modelli d'ubbidienza e di buona condotta.

 

Metti giudizio per l'avvenire, e sarai felice.

 

Quando i ragazzi, di cattivi diventano buoni, hanno la virtù di far prendere un aspetto nuovo e sorridente anche all'interno delle loro famiglie.

Condividi  

Le avventure di PinocchioLe avventure di Pinocchio
Autore: Carlo Collodi

Prefazione: Vincenzo Cerami
Editore: Garzanti, 2009

 

La vicenda narra del lungo viaggio di Pinocchio dal buio prenatale alla luce: la dolorosa catarsi che lo porterà verso la cruda realtà. Di qui la poesia e la "durevolezza" di un personaggio il quale, grazie alla sua lotta contro l'impossibile, si fa metafora del passaggio dal principio di piacere al principio di realtà.

Indice Autori - Home Page - Avvertenze - Contatti - Torna su