Denis Diderot 

Denis Diderot

Langres 1713 - Parigi 1784
Filosofo e scrittore francese

Pensieri filosofici

Pensées philosophiques, 1746

Addition aux Pensées philosophiques, 1762

Aforismario

 

V

È il colmo della follia riproporsi la soppressione delle passioni. Questo è il bel progetto del devoto, che si tormenta come un forsennato per non desiderare nulla, non amare nulla, non sentire nulla, e che finirebbe per diventare un vero e proprio mostro se riuscisse a realizzarlo!

 

VIII.

Ci sono alcuni dei quali non bisogna dire che temono Dio, ma piuttosto che ne hanno paura.

 

X.

Non bisogna immaginare Dio né troppo buono né cattivo. La giustizia si trova tra l'eccesso di clemenza e la crudeltà; così come le pene limitate stanno tra l'impunità e le pene eterne.

 

XVI.

Un giorno fu chiesto a qualcuno se ci fossero dei veri atei. Credete, rispose, che ci siano dei veri cristiani?

 

XXVII

L’ignoranza e la mancanza di curiosità sono due guanciali molto morbidi, ma per trovarli tali occorre avere una testa ben fatta come Montaigne.

 

XXXIX

Il vero martire attende la morte. Il fanatico le corre incontro.

 

Aggiunta ai Pensieri filosofici


Addition aux Pensées philosophiques, 1762

 

V

Se la ragione è un dono del cielo, e altrettanto possiamo dire della fede, il cielo ci ha fatto due doni incompatibili e contraddittori.

 

IX

Se la mia ragione viene dall’alto, è la voce del cielo che mi parla attraverso di essa; bisogna che l’ascolti.

 

XI

L’autore della natura, che non mi ricompenserà per essere stato un uomo di spirito, non mi condannerà per esser stato uno sciocco.

 

XVI

Il Dio dei cristiani è un padre che tiene in gran conto le sue mele, e assai poco i suoi figli.

 

XVII

Togliete la paura dell’inferno a un cristiano, e gli avrete tolto la fede.

 

XXIV

Perché i miracoli di Gesù Cristo sono veri, e quelli di Esculapio, di Apollonio di Tiana e di Maometto sono falsi?

 

XXXI

La religione di Gesù Cristo, annunciata da ignoranti, ha fatto i primi cristiani. La medesima religione, predicata da sapienti e dottori, oggi non fa che degli increduli.

 

XLII

L'uomo è come Dio o la natura l'ha fatto; e Dio o la natura non fa nulla di male.

 

LI

Non esiste un buon padre che voglia somigliare al nostro padre celeste.

 

LX

Che Gesù Cristo, che è Dio, fu tentato dal diavolo, è un racconto
degno delle Mille e una notte.

 

Pensieri filosoficiPensieri filosofici
Denis Diderot

 

Scrivo di Dio; conto su pochi lettori e non aspiro che a pochi consensi. Se questi pensieri non piaceranno a nessuno, non potranno che essere cattivi, ma li considererei detestabili se piacessero a tutti.

Traduzione dal francese di Giovanni Soriano

Versione elettronica (e-book): Google Libri

Indice Autori - Home Page - Avvertenze - Contatti - Torna su