Eric Hoffer 

 

Eric Hoffer

New York 1902 - San Francisco 1983
Scrittore e filosofo statunitense

Aforismario

 

Il vero credente


The True Believer. Thoughts On The Nature Of Mass Movements, 1951

 

Possiamo essere assolutamente certi solo di cose che non capiamo. Una dottrina che è compresa è spogliata della sua forza.

 

La fede in una santa causa è in buona parte un sostituto alla perdita della fede in noi stessi.

 

I movimenti di massa possono nascere e diffondersi senza credere in Dio, ma mai senza credere nel diavolo.

 

Quanto meno un uomo è giustificato nel pretendere eccellenza per sé stesso, tanto più egli è
pronto a pretendere eccellenza per la sua nazione, la sua religione, la sua razza o la sua sacra causa.

 

Il fanatico è perpetuamente incompleto e insicuro. Egli non può auto-generare sicurezze dalle sue risorse individuali (cioè da quel sé stesso che ha rifiutato), ma solo trovarle aggrappandosi spassionatamente a qualunque sostegno gli capiti di incontrare.

 

Un uomo che pensi correttamente, molto probabilmente pensa ai propri affari. Quando non è così, egli smette di pensare ai propri insignificanti affari per occuparsi di quelli degli altri.

 

L'opposto del fanatico religioso non è l'ateo fanatico, ma il cinico mite al quale non importa se c'è un Dio o no.

 

The Passionate State Of Mind 


The Passionate State Of Mind, and Other Aphorisms, 1955

 

Ogni atteggiamento estremo è una fuga da sé stessi. 

 

Solo Dio è soddisfatto di ciò che è e può proclamare: "Io sono quello che sono". A differenza di Dio, l'uomo lotta con tutte le sue forze per essere ciò che non è. Egli incessantemente proclama: "Io sono quello che non sono." 

 

La debolezza di un anima è proporzionale al numero di verità che essa deve mantenere.

 

Non l'amore di sé, ma l'odio di sé è alla radice dei problemi che affliggono il nostro mondo.

 

Per diventare diversi da ciò che siamo, dobbiamo avere una qualche consapevolezza di ciò che siamo.

 

Non è veramente colto chi non sa leggere il proprio cuore.

 

Per conoscere la religione di una persona non dobbiamo ascoltare la fede che dice di professare, ma dobbiamo trovare il suo tipo di intolleranza.

 

Togliete l'odio da alcune persone, e avrete uomini senza fede. 

 

The Ordeal of Change


The Ordeal of Change, 1963

 

È più facile amare l'umanità che il proprio vicino. 

 

Riflessioni sulla condizione umana 


Reflections on the Human Condition, 1973

 

Il potere assoluto e la fede assoluta sono strumenti di disumanizzazione. Dunque la fede assoluta corrompe in modo altrettanto assoluto quanto il potere assoluto. 

 

Una guerra non è vinta se il nemico sconfitto non è stato trasformato in un amico. 

 

Siamo più predisposti a generalizzare il male che il bene. Partiamo dal presupposto che sia più potente e contagioso.

 

Indice Autori - Home Page - Avvertenze - Contatti - Torna su