Francis Bacon 

 

Francis Bacon

Londra 1561 - 1626
Filosofo, politico e saggista inglese

Saggi

Essays, 1597-1625

Aforismario

 

La vendetta trionfa sulla morte, l'amore l'ignora, l'onore aspira a essa, il dolore le si protende, la paura l'anticipa.

 

La vendetta è una specie di giustizia primitiva alla quale, quanto più la natura umana ricorre, tanto più la legge dovrebbe mettere fine.

 

Di certo, nel vendicarsi, un uomo è soltanto pari al suo nemico, ma ignorandolo gli è superiore poiché perdonare è da principe.

 

I figli addolciscono le fatiche, ma rendono le sventure più amare; aumentano le preoccupazioni della vita, ma mitigano il ricordo della morte.

 

Chi ha moglie e figli ha dato ostaggi alla fortuna; essi infatti sono impedimenti a grandi imprese, virtuose o inique che siano.

 

Le mogli sono amanti per gli uomini giovani, compagne per quelli di mezza età e nutrici per i vecchi; cosicché un uomo può avere un pretesto per sposarsi quando vuole.

 

Venne giudicato uno degli uomini più saggi colui che interpellato su quando un uomo dovesse sposarsi, rispose: "Un uomo giovane, non ancora; un vecchio, affatto".

 

Chi, in sé, non ha alcuna virtù, invidia sempre la virtù negli altri. Poiché la mente umana si nutre o del proprio bene o del male altrui, chi non ha il primo, prenderà l'altro.

 

I grandi atei in verità sono gli ipocriti che si occupano in continuità del sacro ma senza passione, cosicché alla fine dovrebbero essere cauterizzati.

 

Sarebbe meglio non avere alcuna opinione di Dio, piuttosto che averne una indegna; infatti nel primo caso si ha miscredenza, nel secondo, oltraggio; e senza dubbio la superstizione è discredito della Divinità.

 

L'ateismo consegna l'uomo alla ragione, alla filosofia, alla pietà naturale, alle leggi, alla fama, ciascuna delle quali può essere guida alla virtù morale esteriore, sebbene non si possa parlare di religione; ma la superstizione scardina tutte queste cose, ed erige una monarchia assoluta nella mente dell'uomo.

SaggiSaggi
Autore Francesco Bacone
Curatore A. Brilli
Traduttore A. Ancarani
Editore Sellerio Editore Palermo, 1996

Gli aforismi di Bacone esprimono un'impersonale saggezza e il senso della relatività d'ogni principio e d'ogni partito preso. Essi sono veri e propri frammenti di un'archeologia del sapere.

Indice Autori - Home Page - Avvertenze - Contatti - Torna su