Frida Kahlo 

 

Frida Kahlo

Coyoacán 1907 - Coyoacán 1954
Pittrice messicana

Aforismario

 

Non sono malata. Sono rotta. Ma sono felice, fintanto che potrò dipingere.

 

Dipingo per me stessa perché trascorro molto tempo da sola e perché sono il soggetto che conosco meglio.

 

Bellezza e bruttezza sono un miraggio perché gli altri finiscono per vedere la nostra interiorità.

 

Pensavano che anch'io fossi una surrealista, ma non lo sono mai stata. Ho sempre dipinto la mia realtà, non i miei sogni.

 

Ho provato ad affogare i miei dolori, ma hanno imparato a nuotare.

 

Il dolore non è parte della vita, può diventare la vita stessa.

 

La vita insiste per essere mia amica e il destino mio nemico.

 

Ero solita pensare di essere la persona più strana del mondo ma poi ho pensato, ci sono così tante persone nel mondo, ci dev’essere qualcuna proprio come me, che si sente bizzarra e difettosa nello stesso modo in cui mi sento io. Vorrei immaginarla, e immaginare che lei debba essere là fuori e che anche lei stia pensando a me. Beh, spero che, se tu sei lì fuori e dovessi leggere ciò, tu sappia che sì, è vero, sono qui e sono strana proprio come te.

 

Diario


Diario. Un íntimo autorretrato, 1944-54 (post. 1995)

 

La vita scorre e apre sentieri che non si percorrono invano. Ma nessuno può trattenersi, liberamente a giocare su quel sentiero, perché ritarda o devia il viaggio atomico e generale.

 

La rivoluzione è l'armonia della forma e del colore e tutto esiste, e si muove, sotto una sola legge − la vita −.

 

Nessuno è separato da nessuno. Nessuno lotta per sé stesso. Tutto è uno. L'angoscia e il dolore, il piacere e la morte non sono nient'altro che un processo per esistere. La lotta rivoluzionaria in questo processo è una porta aperta all'intelligenza.

 

Piedi, che li voglio se ho ali per volare? 

 

Spero che l'uscita sia gioiosa e spero di non tornare mai più.

Lettere appassionateLettere appassionate
Autore Frida Kahlo
Curatore M. Zamora
Traduttore M. Martignoni
Editore Abscondita, 2002

In una serie di lettere la pittrice messicana Frida Kahlo, oggi considerata tra le più significative artiste del ventesimo secolo, racconta la sua vita, la sua arte, le sue tragedie (la poliomelite contratta da piccola e l'incidente stradale che, diciottenne, la rese invalida costringendola a continue operazioni), i suoi sogni e i suoi amori: la sua passione per Alejandro, il lacerante rapporto con l'artista Diego Rivera, la sua adesione al marxismo.

Indice Autori - Home Page - Avvertenze - Contatti - Torna su