George Eliot 

 

George Eliot

(Mary Anne Evans)
Arbury 1819 - Londra 1880
Scrittrice britannica

Aforismario

 

Scene di vita clericale


Scenes Of Clerical Life, 1858

 

Gli animali sono amici così simpatici; non fanno domande, non muovono critiche.

 

Adam Bede


Adam Bede, 1859

 

Il fuoco migliore non è quello che divampa più rapido.

 

Non nego che le donne siano stupide; Dio Onnipotente le ha fatte per vivere insieme agli uomini.

 

Il mulino sulla Floss


The Mill on the Floss, 1860

 

Non ho mai pietà dei presuntuosi, perché penso che portano con sé il loro conforto.

 

Le donne più felici, come le più felici nazioni, non hanno storia.

 

Talvolta si prende come cattiva abitudine l'essere infelici.

 

In ogni separazione vi è un'immagine della morte.

 

Romola


Romola, 1863

 

I bambini sono tuttora il simbolo dell'eterno matrimonio tra l'amore e il dovere.

 

Felix Holt, il radicale


Felix Holt, the Radical, 1866

 

Un modo di farsi un'idea delle miserie dei nostri compatrioti è andare a vedere i loro piaceri.

 

Middlemarch


Middlemarch, 1874

 

Bisogna essere poveri per apprezzare la gioia di donare.

 

Ciò che chiamiamo disperazione spesso non è altro che la dolorosa avidità d'una speranza non esaudita.

 

MiddlemarchMiddlemarch
Studio di vita provinciale
Autore George Eliot
Curatore G. Baldi
Editore Garzanti Libri, 2006

George Eliot (pseudonimo maschile di Mary Ann Evans) è riconosciuta come una delle autrici più rappresentative della letteratura inglese di tutti i tempi. Spirito razionale e rigoroso, dotata di un profondo senso critico e di un'acuta capacità di osservazione, nei suoi romanzi ritrae con rara finezza psicologica le ipocrisie e le imposizioni della società nella vita individuale. "Middlemarch" − considerato il suo capolavoro − brilla soprattutto per la ricchezza della rappresentazione ambientale e per l'analisi minuziosa del dolore, accettato come male ineluttabile della condizione umana.

Indice Autori - Home Page - Avvertenze - Contatti - Torna su