Georges Brassens 

 

Georges Brassens

Sète 1921 - Saint-Gély-du-Fesc 1981
Cantautore  e attore francese

Le strade che non portano a Roma

Riflessioni e massime d'un libertario, 2008 (postumo)

Aforismario

 

La cosa più difficile nella vita? Essere sé stessi. E avere carattere a sufficienza per restarlo.

 

La morte sistema tutti! È davanti alle loro bare che constatiamo la mediocrità dei viventi.

 

Solo grazie alla poesia troviamo la quadratura del cerchio.

 

Nessuno ha diritti su nessuno.

 

L'informazione è cresciuta più velocemente della cultura. in questo senso la propaganda ha più chance di prima.

 

Viviamo in epoca di slogan.

 

Domani è subito!

 

Quando si ha un Dio, si ha sempre una risorsa. Io non ne ho.

 

Il successo è sempre un equivoco.

 

La sola cosa di cui sono sicuro è la mia ignoranza.

 

A forza di vivere con sé stessi, si finisce quantomeno per sopportarsi.

 

I fessi non hanno speranze. Non ne hanno bisogno. Per il fatto di essere fessi, tutto appare loro semplice.

Le strade che non portano a RomaLe strade che non portano a Roma
Riflessioni e massime d'un libertario
Autore Georges Brassens
Traduttore D. Scarano
Editore Coniglio Editore, 2009

Pensieri, provocazioni e stilettate di uno dei più famosi cantautori di ogni tempo. In forma di aforismi esplosivi e di risposte che suonano come schiaffi alle domande pudiche della borghesia del suo e forse del nostro tempo, Georges Brassens ci regala un manifesto di libertà. Attraverso le sue parole, l'immaginazione e la realtà vanno a braccetto, annientando le difese dei benpensanti, dei chierici, dei carrieristi senza qualità.

Indice Autori - Home Page - Avvertenze - Contatti - Torna su