Henry de Montherlant 

 

Henry de Montherlant

Parigi 1896 - 1972
Scrittore e drammaturgo francese

Aforismario

 

Il paradiso all'ombra delle spade


Le Paradis à l'ombre des épées, 1924

 

I dittatori nascono nelle case dove non si osa dare un ordine alla serva. 

 

Le Olimpiadi


Les Olympiques, 1924

 

L'atto fondamentale di una vita è quello di decidere cosa è importante e cosa non lo è.

 

L'indifferenza attiva a ciò che è importante è un dovere.

 

Alle fontane del desiderio


Aux fontaines du désir, 1927

 

La falsa indignazione è la più ripugnante forma d'ipocrisia.

 

Gli scapoli


Les Célibataires, 1934

 

La fedeltà non è negli atti, ma nel cuore.

 

Servizio inutile


Service inutile, 1935

 

Bisogna fare cose folli, ma farle con il massimo di prudenza.

 

Nulla, neppure un giudizio giusto, è più intelligente d'una sospensione del giudizio.

 

La sola superiorità dell'orgoglio sulla vanità sta nel fatto che la vanità si aspetta tutto mentre l'orgoglio non si aspetta niente.

 

Le ragazze da marito


Les jeunes filles, 1936

 

Niente è più difficile del persuadere una ragazza che non si ha nessun desiderio – ma proprio nessuno – di consacrarle la propria vita.

 

La vanità è la passione dominante dell'uomo.

 

Nulla è meno eloquente dell'amore vero.

 

Morire per una causa non fa che questa causa sia giusta.

 

Non avere delle idee, questo è il modo più sicuro per una donna di non averne di false.

 

La donna è fatto per un uomo, l'uomo è fatto per tutte le donne: essa comincia ad amare quando lui ha finito.

 

Pietà per le donne


Pitié pour les femmes, 1936

 

Come le lampade hanno bisogno di petrolio, così gli uomini hanno bisogno di essere nutriti di una certa quantità di ammirazione. Quando non sono abbastanza ammirati, muoiono.

 

Il demonio del bene


Le démon du Bien, 1937

 

L'esitazione è caratteristica dell'intelligenza.

 

La regina morta


La reine morte, 1942

 

Si dice sempre che è da un verme che nasce la farfalla; nell'essere umano, è la farfalla che diventa un verme.

 

Il perdono è vano! ciò che è fatto è fatto, e ciò che non è fatto non è fatto!

 

Malatesta


Malatesta, 1946

 

L'inverno è una primavera che si ignora.

 

Il Maestro di Santiago


Le Maître de Santiago, 1947

 

La generosità è sempre sacrificio di sé, ne è l'essenza.

 

Testi sotto un'occupazione


Textes sous une Occupation, 1953

 

Nulla è sicuro per l'intelligenza, neppure l'intelligenza stessa.

 

L'uomo non sogna della donna perché la trova misteriosa; egli decide che essa è misteriosa, per giustificare il suo sogno di lei.

 

Il cardinale di Spagna


Le Cardinal d'Espagne, 1960

 

Non esiste il potere. Esiste l'abuso di potere, nient'altro.

 

Un uomo al quale il potere dona alla testa è sempre ridicolo.

 

Taccuini


Carnets, 1924-1972

 

La differenza tra l'ipocrita e il cinico è che l'ipocrita accetta d'incomodarsi.

 

È tutta una questione di punti di vista, e spesso la sfortuna non è che il segno di una falsa interpretazione della vita. 

 

Benedetto colui che ride di sé stesso, se non sia per evitare il riso degli altri.

 

Gli egoisti sono i soli fra i nostri amici per i quali nutriamo un'amicizia disinteressata.

 

I sogni sono vita senza memoria.

 

L'odore è l'intelligenza dei fiori.

 

Il suicidio è l'ultimo atto col quale un uomo possa dimostrare che ha dominato la propria vita.

 

Amare qualcuno è tenergli la testa sul catino quando vomita e non provare disgusto.

 

L'intelligenza è la facoltà grazie alla quale ci si astiene.

 

Viva chi mi abbandona! Mi ridà a me stesso.

 

Chi ha pietà degli altri ha pietà di sé.

 

La stupidità umana consiste nell'avere tante idee, ma delle idee stupide.

 

La religione è la vergognosa malattia dell'umanità. La politica ne è il cancro. 

 

Amo avere tanto denaro quanto basta per non doverci pensare.

 

L'infinito è nel cuore dell'uomo, e non altrove.

 

La sfortuna non può consolarsi che con la sfortuna degli altri.  

 

Le nostre emozioni stanno nelle nostre parole come uccelli impagliati.

 

Pubblicare un libro è parlare a tavola davanti ai domestici.

 

Ci sono quelli a cui perdoniamo e quelli a cui non perdoniamo. Quelli a cui non perdoniamo sono nostri amici.

 

La vera forza dello stile è nel sentimento.

 

La vita diventa una cosa deliziosa, non appena si decide di non prenderla più sul serio.

 

Si ferisce l'amor proprio, non lo si uccide.

 

Mi domando se ci si può interessare all'anima di una donna le cui gambe sono irrimediabilmente troppo corte.

 

L'essere umano è preda di tre malattie croniche e incurabili: il bisogno di nutrimento, il bisogno di dormire e il bisogno di rispetto.

 

Le ragazze da maritoLe ragazze da marito
Autore Henry de Montherlant
Traduttore Cesare Colletta
Editore Adelphi, 2000

Pierre Costals, uomo «non d’amore, ma di piacere», scrittore insolente e sprezzante (e palese controfigura di Montherlant stesso), vive la sua inesauribile sete di donne sottoponendosi a una tortura delle più sottili, per sé e per le sue vittime: fa il giro delle case dell’alta borghesia parigina in cerca di una fidanzata, ben sapendo che alla fine rifiuterà tutte le candidate. Così soggiace al cerimoniale della visita ai genitori, così svaga la fanciulla nei modi prescritti, mentre scatena intorno a essa una furiosa e crudele commedia degli equivoci.

Citazioni tradotte dal francese da Giovanni Soriano

Indice Autori - Home Page - Avvertenze - Contatti - Torna su