Hugo von Hofmannsthal

Vienna 1874 - Rodaun 1929
Scrittore e drammaturgo austriaco

Il libro degli amici

Buch der Freunde, 1922

Aforismario

 

Pochissimi sono coloro che hanno veramente voluto, anche un attimo solo della loro vita, o veramente amato.

 

Lo spirito sano cerca il reale, e l'insano si attacca all'irreale.

 

Tutto ciò che è creduto, esiste, e soltanto questo.

 

Non già conoscere molte cose, ma mettere molte cose in contatto, questo è uno dei primi gradini dello spirito creativo.

 

Anche l'antropocentrismo è una sorta di campanilismo.

 

Riconoscere il merito è più difficile che entusiasmarsi.

 

Non l'azione macchia chi la compie; solo chi la compie macchia l'azione.

 

Lasciare una donna amata è segno di fantasia esaurita.

 

Il presente è il lato assolutamente doloroso dell'esistenza — ma soltanto provvisorio.

 

Di tanti vuoti è costruita la pienezza dell'esistenza umana.

 

La vita è integrale conciliazione dell'inconciliabile.

 

La profondità va nascosta. Dove? Alla superficie.

 

In ogni uomo abita una sua propria innocenza.

 

Bisogna credere interamente in qualcuno per fidarsi veramente di
lui nei singoli casi.

 

Si hanno un po' meno amici di quanto si supponga, ma un po' più di quanto si sappia.

 

Le circostanze hanno meno potere di farci felici o infelici di quel che non si creda; ma l'anticipazione di circostanze future nella fantasia, un potere immenso.

 

Non esistono due uomini al mondo che una indiscrezione diabolicamente escogitata non possa far diventare nemici mortali.

 

I bambini sono divertenti proprio perché si possono divertire con
poco.

 

Amore e odio di se stessi sono le più profonde tra le forze produttive del mondo.

 

La più pericolosa sorte di stupidità è un'acuta intelligenza.

 

L'uomo comprende tutto, salvo ciò che è perfettamente semplice.

 

Il genio crea concordanza tra il mondo in cui vive e il mondo che vive in lui.

Il libro degli amici Il libro degli amici
Autore Hugo von Hofmannsthal
Curatore Gabriella Bemporad
Editore Adelphi, 1996

Valutazione Aforismario:

 

Il libro degli amici fu pubblicato per la prima volta nel 1922 dallo stesso Hofmannsthal in un'edizione per bibliofili di soli 800 esemplari, palesemente destinata a una cerchia di 'amici' - lettori di particolare qualità. Questa traduzione si fonda tuttavia sulla seconda edizione, curata nel 1929 da Rudolf Alexander Schröder e arricchita da una serie di aforismi tratti dalle carte inedite dello scrittore.

Indice Autori - Home Page - Avvertenze - Contatti - Torna su