Isabel Allende 

 

Isabel Allende

Lima 1942
Scrittrice cilena

Aforismario

 

D'amore e ombra


De amor y de sombra, 1984

 

In ultima istanza la bellezza altro non è che un atteggiamento.

 

L'umanità deve vivere in un mondo unito, dove si mescolino le razze, le lingue, i costumi e i sogni di tutti gli uomini. Il nazionalismo ripugna alla ragione. In nulla beneficia i popoli. Serve solo affinché in suo nome si commettano i peggiori abusi. 

 

Eva Luna


Eva Luna, 1987

 

È meglio essere maschio, perché anche il maschio più miserevole ha una moglie a cui comandare.

 

La gente muore solo quando viene dimenticata.  

 

Paula


Paula, 1995

 

Non esiste separazione definitiva fino a quando c'è il ricordo.

 

Silenzio prima di nascere, silenzio dopo la morte, la vita è puro rumore tra due insondabili silenzi.

 

C'è un momento in cui il viaggio iniziato non può più essere interrotto, corriamo verso una frontiera, passiamo attraverso una porta misteriosa e ci svegliamo dall'altra parte, in un'altra vita.

 

Afrodita


Afrodita, 1998

 

Gli afrodisiaci sono il ponte gettato tra gola e lussuria.

 

La figlia della fortuna


Hija de la fortuna, 1999 

 

L'ostinazione è un male molto forte; si aggrappa al cervello e spezza il cuore. Di ostinazioni ce ne sono molte, ma quella dell'amore è la peggiore.  

 

Ritratto in seppia


Retrato en sepia, 2001

 

La fotografia e la scrittura costituiscono un tentativo di cogliere quegli istanti prima che svaniscano, di fissare i ricordi per dare un senso alla mia vita.

 

Per mezzo della fotografia e della parola scritta cerco disperatamente di sconfiggere la fuggevolezza della mia vita, di catturare gli attimi prima che svaniscano, di rischiarare la confusione del mio passato.

 

Ogni istante si dissolve in un soffio trasformandosi immediatamente in passato, la realtà è effimera e transitoria, pura nostalgia.

 

La fotografia è un esercizio di osservazione e il risultato è sempre un colpo di fortuna.

 

La macchina fotografica è uno strumento semplice, anche il più stupido può usarla, la sfida consiste nel creare attraverso di essa quella combinazione tra verità e bellezza chiamata arte. È una ricerca soprattutto spirituale.

 

Tutto ciò che esiste intesse una relazione, è parte di un rigoroso disegno; quel che a prima vista può sembrare un viluppo di casualità, alla minuziosa analisi della macchina fotografica rivela gradualmente le sue perfette simmetrie. Niente è casuale, niente è banale.

 

L'essenziale è spesso invisibile; è solo il cuore, e non l'occhio, a poterlo cogliere, ma la macchina fotografica a volte sfiora tracce di quella sostanza.

 

Una bella fotografia racconta una storia, rivela un luogo, un evento, uno stato d'animo, è più potente di pagine e pagine scritte.

 

Il mio paese inventato


Mi paìs inventado, 2003

 

La domenica le chiese sono affollate, e tutti venerano il papa, anche se quasi nessuno lo ascolta in materia di anticoncezionali, perché si parte dal concetto che un anziano celibe, senza preoccupazioni di carattere pratico, non può essere un esperto di quel delicato argomento.

 

Come sarebbe stata diversa la storia di Romeo e Giulietta se avessero avuto un telefono!

 

Ho sempre avuto ben chiaro che dovevo lavorare, perché non esiste femminismo che si rispetti che non sia basato sull'indipendenza economica.

 

Ritratto in seppiaRitratto in seppia
Autore Isabel Allende
Traduttore E. Liverani
Editore Feltrinelli, 2003

Aurora del Valle è una giovane donna che, alla soglia dei trent'anni, deve affrontare il tradimento dell'uomo che ama. Catapultata in una situazione emotiva insopportabile, cerca di venirne a capo recuperando la memoria del suo passato e, in particolare, di alcune fasi della sua vita che le sono rimaste sempre oscure. Ripercorriamo così, a partire dalla sua nascita nel 1880, una storia avventurosa, centrata attorno al personaggio della nonna paterna, Paulina del Valle, che le apre, quasi per caso, il mondo della fotografia.

Indice Autori - Home Page - Avvertenze - Contatti - Torna su