Jack Kerouac 

 

Jack Kerouac

(Jean-Louis Kerouac)
Lowell 1922 - St. Petersburg 1969
Scrittore e poeta statunitense

Aforismario

 

Sulla strada


On the Road, 1949

 

Basta seguire la strada e prima o poi si fa il giro del mondo. Non può finire in nessun altro posto, no? 

 

Si può sempre andare oltre, oltre – non si finisce mai. 

 

Le uniche persone che esistono per me sono i pazzi, i pazzi di voglia di vivere, di parole, di salvezza, i pazzi del tutto e subito, quelli che non sbadigliano mai e non dicono mai banalità ma bruciano, bruciano, bruciano come favolosi fuochi d’artificio gialli che esplodono simili a ragni sopra le stelle e nel mezzo si vede scoppiare la luce azzurra e tutti fanno "Oooooh!". 

 

La strada è vita. 

 

Tutto quello che è stato predicato dai greci in poi è sbagliato. Non si arriva da nessuna parte con la geometria e i sistemi geometrici di pensiero. È tutto qui! 

 

L'amore è un duello. 

 

Nessuno sa cosa toccherà a nessun altro se non il desolato stillicidio della vecchiaia che avanza,

 

Tristessa


Tristessa, 1956

 

Gli esseri umani seminano il proprio terreno con guai e inciampano nei macigni della loro stessa falsa erronea immaginazione, e la vita è dura. 

 

I vagabondi del Dharma


Dharma Bums, 1958

 

Vagabondi del Dharma che si rifiutano di aderire alle generali richieste ch'essi consumino prodotti e perciò siano costretti a lavorare per ottenere il privilegio di consumare tutte quelle schifezze che tanto nemmeno volevano veramente.

 

Meglio dormire libero in un letto scomodo che dormire prigioniero in un letto comodo. 

 

La lussuria è la causa diretta della nascita la quale è la causa diretta del dolore e della morte.

 

Le belle ragazze scavano la fossa. 

 

Sono il vuoto, non sono diverso dal vuoto, né il vuoto è diverso da me; in realtà il vuoto sono io. 

 

Le università non sono altro che scuole di galateo per la non-identità middleclass che normalmente trova la sua migliore espressione fuori dell'università nelle schiere di ville da ricchi con prato e TV in ogni salotto dove tutti guardano la stessa cosa nello stesso momento. 

 

Tutti prigionieri di un sistema di lavora, produci, consuma, lavora, produci, consuma, ho negli occhi la visione di un'immensa rivoluzione di zaini migliaia o addirittura milioni di giovani americani che vanno in giro con uno zaino, che salgono sulle montagne per pregare, fanno ridere i bambini e rendono allegri i vecchi, fanno felici le ragazze e ancor più felici le vecchie.

 

Angeli di desolazione


Desolation Angels, 1965

 

Viviamo per desiderare.

 

Nella vita non c'è altro che viverla, e basta. 

 

Se non ci può essere amore tra gli uomini che ci sia almeno amore tra gli uomini e Dio.

 

Libri di Jack Kerouac

Sulla stradaSulla strada
Editore Mondadori, 2006

Sal Paradise, un giovane newyorkese con ambizioni letterarie, incontra Dean Moriarty, un ragazzo dell'Ovest. Uscito dal riformatorio, Dean comincia a girovagare sfidando le regole della vita borghese, sempre alla ricerca di esperienze intense. Dean decide di ripartire per l'Ovest e Sal lo raggiunge; è il primo di una serie di viaggi che imprimono una dimensione nuova alla vita di Sal.

 

I vagabondi del DharmaI vagabondi del Dharma
Editore Mondadori, 2006 

 

I vagabondi del Dharma rappresenta il seguito ideale del romanzo più celebre di Kerouac, quel Sulla strada considerato fin dal suo primo apparire una sorta di "Bibbia della Beat Generation". Anche nei Vagabondi, sempre di forte matrice autobiografica, lo scrittore racconta le avventure dei suoi discepoli e confratelli beatnik impegnati nella ricerca, disordinata ma sincera, di una nuova verità.

Indice Autori - Home Page - Avvertenze - Contatti - Torna su