Jorge Luis Borges 

 

Jorge Luis Borges

Buenos Aires 1899 - Ginevra 1986
Scrittore, saggista, poeta e filosofo argentino

Aforismario

 

Discussioni


Discusión, 1932

 

La letteratura è l'arte che sa profetizzare quel tempo in cui sarà ammutolita.

 

Ormai stanno scomparendo i lettori, nel senso ingenuo della parola, giacché tutti sono critici potenziali.

 

Luna di fronte


Luna de enfrente, 1925

 

Il mare è un antico idioma che non riesco a decifrare.

 

Storia universale dell'infamia


Historia Universal de la Infamia, 1935

 

Leggere è un'attività successiva a quella di scrivere: più rassegnata, più civile, più intellettuale. 

 

La biblioteca di Babele


La biblioteca de Babel, 1941

 

La meno perspicace fra le passioni: il patriottismo. 

 

Esame dell'opera di Herbert Quain


Examen de la obra de Herbert Quain, 1941

 

I tratti essenziali di ogni gioco: la simmetria, le leggi arbitrarie, il tedio.

 

Finzioni


Ficciones, 1944

 

L'uomo vive nel tempo, nella successione del tempo, e il magico animale nell'attualità, nell'eternità costante.

 

La gloria è una forma d'incomprensione, forse la peggiore.

 

Il censurare e il lodare sono operazioni sentimentali che nulla hanno a che vedere con la critica.

 

I tratti essenziali di ogni gioco: la simmetria, le leggi arbitrarie, il tedio.

 

Un uomo può essere nemico di altri uomini, di altri momenti di altri uomini, ma non d’un paese: non di lucciole, di parole, di giardini, di corsi d’acqua, di tramonti.

 

Dormire è distrarsi dal mondo.

 

Gli specchi, e la copula, sono abominevoli, perché moltiplicano il numero degli uomini.

 

L'Aleph


El Aleph, 1949

 

Accettiamo facilmente la realtà, forse perché intuiamo che nulla è reale.

 

Essere immortale è cosa da poco: tranne l'uomo, tutte le creature lo sono, giacché ignorano la morte; la cosa divina, terribile, incomprensibile, è sapersi immortali.

 

Non c'è piacere più complesso del pensiero.

 

La morte (o la sua allusione) rende preziosi e patetici gli uomini. Questi commuovono per la loro condizione di fantasmi; ogni atto che compiono può esser l'ultimo; non c'è volto che non sia sul punto di cancellarsi come il volto d'un sogno.

 

Tutto, tra i mortali, ha il valore dell'irrecuperabile e del casuale.

 

C'è chi cerca l'amore di una donna per dimenticarsi di lei, per non pensare più a lei.

 

Il passato è la sostanza di cui è fatto il tempo; perciò questo diviene subito passato.

 

È più facile morire per una religione che viverla assolutamente.

 

Chi ha scorto l'universo, non può pensare a un uomo, alle sue meschine gioie o sventure, anche se quell'uomo è lui. Non gl'importa la sorte di quell'altro, non gli importa la sua azione, poiché egli ora è nessuno.

 

Altre inquisizioni


Otras inquisiciones, 1952

 

Chi dice che l'arte non deve propagandare dottrine si riferisce di solito a dottrine contrarie alle sue.

 

Il libro non è un ente chiuso alla comunicazione: è una relazione, è un asse di innumerevoli relazioni.

 

La notte ci piace perché, come il ricordo, sopprime i particolari oziosi.

 

L'artefice


El hacedor, 1960

 

Noi possiamo menzionare o alludere ma non esprimere.

 

Salutarsi è negare la separazione, è dire: "oggi giochiamo a separarci ma ci vedremo domani". 

 

L'altro, lo stesso


El otro, el mismo, 1964

 

Ogni scrittore, ogni uomo deve vedere in tutto ciò che gli accade, ivi compreso lo scacco, l'umiliazione e la sventura, uno strumento, un materiale per la sua arte, da cui deve trarre profitto.

 

Elogio dell'Ombra


Elogio de la sombra, 1969

 

La poesia non è meno misteriosa degli altri elementi dell'Universo.

 

Il manoscritto di Brodie


El informe de Brodie, 1970

 

La letteratura non è altro che un sogno guidato.

 

I funzionari di polizia si divertono a parlare in gergo, come i bambini della quinta elementare.

 

L'unica cosa senza mistero è la felicità, perché si giustifica da sé. 

 

Storia della notte


Historia de la Noche, 1977

 

Un volume di versi non è altro che una successione di esercizi magici. 

 

Nove saggi danteschi


Nueve ensayos dantescos, 1982

 

Innamorarsi è dar vita a una religione il cui dio è fallibile.

 

Atlante


Atlas, 1984

 

Per non vedere non è obbligatorio essere ciechi o chiudere gli occhi.

 

Non c'è una sola cosa al mondo che non sia misteriosa.

 

Tutte le opereTutte le opere
Autore Jorge Luis Borges
Curatore D. Porzio; H. Lyria
Editore Mondadori, 1986

 

Scrittore coltissimo e raffinato, Borges ha saputo calare nei suoi testi il gusto per l'invenzione e la suggestiva visione del mondo come labirinto, come immensa biblioteca. In due volumi dei Meridiani è presentata – con testo a fronte quando si tratta di poesia – la traduzione delle Obras completas 1923-1972 autorizzate dall'autore, a cui Porzio ha aggiunto una scelta di testi successivi al '72.

Poesie di Borges

Indice Autori - Home Page - Avvertenze - Contatti - Torna su