Lao Tzu 

 

Lao Tzu

(o Laozi o Lao Tse)
Filosofo cinese, ca. VI-V sec. a.e.c.

Tao Te Ching

 Daodejing, ca. V sec. a.e.c.

Aforismario

 

Il saggio pospone se stesso, ma è sempre davanti; esclude se stesso, ma si tiene lontano dai pericoli. Non è forse perché è senza fini personali che può realizzare i propri fini?

 

Ricchezza e onori e in più arroganza si lasciano dietro rovina. A opera compiuta, ritirarsi: questa è la via del cielo.

 

Il saggio non si mette in mostra e perciò risplende. Non si afferma e perciò si manifesta. Non si vanta e perciò gli viene dato merito. Non si gloria e perciò viene esaltato.

 

Esser di poche parole è secondo natura, perché un turbine di vento non dura tutta una mattina, un acquazzone non dura un giorno intero.

 

Un buon viaggiatore non segue la carreggiata. Un buon parlatore non ricorre agli insulti.

 

Colui che conosce gli altri è sapiente, colui che conosce se stesso è illuminato.

 

Colui che vince gli altri è potente, chi vince sé stesso è forte.

 

Chi sa contentarsi è ricco.

 

Più si risparmia, più si spende; più si accumula, più si perde. Chi sa contentarsi non si disonora, chi sa fermarsi non è in pericolo e può durare a lungo.

 

Non c'è colpa più grande che assecondare i desideri. Non c'è sventura più grande che non sapersi accontentare. Non c'è difetto più grande della sete di guadagno. Perché chi sa che abbastanza è abbastanza ha sempre a sufficienza.

 

Senza uscire dalla porta conoscere il mondo. Senza spiare dalla finestra vedere la via del cielo. Più lontano si va, meno si sa. Perciò il saggio non viaggia, eppure sa; non guarda, eppure comprende; non fa, eppure compie.

 

Chi sa non parla, chi parla sa.

 

Sapere di non sapere è saggezza suprema, non sapere di sapere è un male.

 

Il saggio conosce se stesso, ma non si mostra; ha rispetto di sé stesso, ma non si ritiene prezioso.

 

Le parole sincere non sono belle, le belle parole non sono sincere.

 

Chi è capace non discute, chi discute non è capace.

 

La via del saggio è fare ma non contendere.

 

Tao te ChingTao te Ching
Autore Lao Tzu
Curatore B. Browne Walker
Traduttore C. Lamparelli
Editore Mondadori, 2009

Il "Tao te Ching" di Lao Tzu è uno dei libri più tradotti, più letti e più sorprendenti del mondo. Secondo alcuni è uno dei testi più saggi mai scritti e uno dei più grandi doni mai fatti all'umanità; nelle poche ma intensissime pagine che compongono questo libro è possibile trovare una risposta a ogni problema della vita, una soluzione a ogni situazione, un balsamo per ogni ferita. Con il "Tao te Ching" l'antica cultura cinese ha compiuto un grande sforzo per concentrare nel minor spazio possibile la più completa "guida" per arrivare alla comprensione del mondo e per orientare le proprie azioni. In poche e illuminanti massime, utilizzando la forza del paradosso, quest'opera tanto semplice quanto profonda illustra la sequenza con cui da un Tao misterioso e indefinibile hanno avuto origine tutte le cose del mondo e, fra queste, l'uomo.

Citazioni tratte da: Lao-Tzu, Il libro del Tao,

Newton Compton, 1995 - Traduzione: Girolamo Mancuso,

Foto logo: statua in pietra di Lao Tzu,

Monte Qingyuan, Quanzhou, Cina.

Indice Autori - Home Page - Avvertenze - Contatti - Torna su