Lina Sotis 

 

Lina Sotis

Roma 1944
Giornalista e scrittrice italiana

Bon Ton

Il nuovo dizionario delle buone maniere, 1984

Aforismario

 

Abbronzatura

Non è un biglietto da visita per sembrare meglio di quello che si è. L'unica abbronzatura sopportabile è quella assolutamente naturale. Le abbronzature artificiali sono sempre, benché perfette, comiche.

 

Accessori

Evitare accuratamente di regalare e di mettersi la cravatta con la sigla visibile di chi l'ha creata; la borsa che ha poca pelle e tante griffe; le scarpe tutto colore e intarsi, che sembrano un quadro d'autore. La persona elegante mette in evidenza, e solo se richiesta, un'unica firma: la sua.

 

Bon ton

Non si può avere "bon ton" senza essere educati; ma si possono applicare diligentemente tutte le regole della buona educazione e non avere "bon ton".

 

Fascino

Il fascino più sottile è quello che appare inconsapevole. Nulla di più faticoso di quei signori o signore che ostentano il loro fascino come se gonfiassero i bicipiti. È questo, fra l'altro, che rende comico l'atteggiamento del latin lover.

 

Gioielli

Uno può rendere elegantissima la signora, tanti possono renderla ridicola.

 

Occhiali da sole

Lo dice il nome: vanno portati soltanto quando c'è il sole. Niente di peggio di quei tenebrosi e di quelle malmostose con gli occhiali scuri in casa o quando cade la notte. Non acquistano un'aria di mistero, ostentano solo un accessorio sbagliato.

Bon TonBon Ton
Il nuovo dizionario delle buone maniere
Autrice Lina Sotis
Editore Mondadori, 1984

 

Maturando, ci si rende conto sempre più chiaramente dell'importanza essenziale dell'educazione. Il punto è riuscire a maturare prima dei settant'anni, in modo da rendere la vita meno pesante a chi ci sta vicino. Segno sicuro di maturità è quello di chi comincia a considerare con la dovuta sensibilità e senza supponenza tutte le cosiddette convenzioni, regole, usanze. Diffidate di chi vuol ignorare l'educazione in nome della spontaneità e dei sentimenti. Sono persone che non hanno ancora scoperto una cosa importantissima: l'educazione dei sentimenti.

Indice Autori - Home Page - Avvertenze - Contatti - Torna su