Ludwig Wittgenstein 

 

Ludwig Wittgenstein

Vienna 1889 - Cambridge 1951
 Filosofo austriaco

Aforismario

 

 Trattato logico-filosofico


Tractatus logico-philosophicus, 1921

 

Il mondo è tutto ciò che accade. 

 

Il mondo è la totalità dei fatti non delle cose.

 

L'immagine è un modello della realtà.

 

L'immagine è un fatto.

 

L'immagine logica dei fatti è il pensiero.

 

Un pensiero corretto a priori sarebbe quello la cui possibilità ne condizionasse la verità. 

 

I limiti del mio linguaggio significano i limiti del mio mondo. 

 

Il mondo dei felici è altro da quello degli infelici.

 

D'una risposta che non si può formulare non può formularsi neppure la domanda.

 

Se una domanda può porsi, può pure aver risposta. 

 

Su ciò di cui non si può parlare si deve tacere.

 

Pensieri diversi


Vermischte Bemerkungen, 1914-1951 (postumo, 1977)

 

In arte è difficile dire qualcosa che sia altrettanto buono del non dire niente.

 

Il volto è l'anima del corpo.

 

In una giornata si possono vivere i terrori dell'inferno; di tempo ce n'è più che abbastanza.

 

Niente è così difficile come non ingannare sé stessi.

 

Le nostre più grosse stupidaggini possono essere molto sagge.

 

Sarà rivoluzionario colui che potrà rivoluzionare se stesso.

 

Solo chi è molto infelice ha il diritto di compatire un altro.

 

Le parole sono azioni.

 

Se gli uomini non commettessero talvolta delle sciocchezze, non potrebbe capitare mai nulla di intelligente.

 

Libri di Ludwig Wittgenstein

Tractatus logico-philosophicusTractatus logico-philosophicus

e Quaderni 1914-1916

Traduzione: Amedeo G. Conte
Editore: Einaudi, Torino, 2009

 

"Questo libro, forse, lo comprenderà solo colui che già a sua volta abbia pensato i pensieri ivi espressi - o, almeno, pensieri simili -. Tutto il senso del libro si potrebbe riassumere nelle parole: Tutto ciò che può essere detto si può dire chiaramente; e su ciò, di cui non si può parlare, si deve tacere". Il libro è un punto di partenza obbligato per chi intende percorrere il pensiero logico del secolo e inoltrarsi alla scoperta del filosofo che più seduce chi cerchi risposte a domande insoddisfatte, sul piano etico e su quello gnoseologico.

 

Pensieri diversiPensieri diversi
Curatori: G. H. von Wright; M. Ranchetti
Editore Adelphi, Milano, 1980

 

Si tratta di un libro che rappresenta non già una certa fase della sua ricerca filosofica, ma una sorta di traversata aforistica di tutta la sua vita. In questa raccolta di pensieri Wittgenstein, con maggior evidenza che altrove, parla dunque innanzitutto a se stesso, interrogandosi su ciò che il suo pensiero spesso presupponeva senza nominarlo: la sua visione della società che lo circondava, della musica, della letteratura, del cristianesimo, dell'ebraismo, della scienza. Anche se, per capire ciascuno di questi "pensieri", bisogna sempre ricostruirgli intorno il paesaggio di una ininterrotta indagine filosofica, tale è la nettezza - la suprema "chiarezza" a cui Wittgenstein aspirava -, la penetrazione e la naturale autorità di queste osservazioni da costituire un libro a cui si torna e si ritorna continuamente, scoprendo ogni volta qualcosa.

Indice Autori - Home Page - Avvertenze - Contatti - Torna su