Nathaniel Hawthorne 

 

Nathaniel Hawthorne

Salem 1804 - Plymouth 1864
Scrittore statunitense

Aforismario

 

La lettera scarlatta


The Scarlet Letter, 1850

 

Per l'uomo falso, tutto l'universo non è vero, e quando cerchi di afferrarlo stringi un pugno di mosche: è impalpabile. E lui stesso, fino a quando si mostrerà sotto una luce falsa, sarà un'ombra, una cosa che non esiste più.

 

Le persone che hanno le idee più audaci spesso sono quelle che più tranquillamente si adeguano alle regole di comportamento vigenti nella società. A loro basta il pensiero, e non sentono il bisogno di investirlo nel sangue e nella carne dell'azione. 

 

Nessuno può, per un periodo che non sia brevissimo, "portare" una faccia da mostrare a sé stesso e un'altra da mostrare alla folla, senza alla fine trovarsi nella condizione di non capire più quale possa essere la vera.

 

Esiste una fatalità, un sentimento cosí irresistibile e inevitabile da assumere la forza di un destino, il quale, quasi invariabilmente, obbliga gli esseri umani ad attardarsi, ad abitar come spettri le prossimità del luogo, dove qualche solenne e indimenticabile evento abbia conferito il suo colore a tutta la loro vita; e questa forza è tanto piú irresistibile quanto piú cupa l'ombra che affligge la vita loro.

 

Spesso questo è il destino, e questi sono i tragici sviluppi, della femminilità fisica e mentale, quando una donna incontra, e attraversa, un'esperienza di particolare crudeltà. Se la donna è tutta tenerezza, muore. Se sopravvive, la tenerezza o le viene scostata di dosso oppure – e l'effetto all'esterno è lo stesso – le si incrosta così profondamente dentro il cuore che non si lascerà mai più vedere.

 

Bisogna riconoscere un merito alla natura umana: quando non è in gioco l'interesse personale, è molto più pronta ad amare che a odiare.

 

Quando una massa ignorante si mette a voler vedere con i propri occhi, è fin troppo facile che veda lucciole per lanterne. Però quando formula i suoi giudizi, come di solito fa, con l'intuito del suo grande e generoso cuore, le conclusioni a cui arriva sono spesso tanto profonde e tanto giuste da posseder gli stessi caratteri delle verità rivelate per via soprannaturale.

 

Un uomo gravato da un segreto dovrebbe assolutamente evitare l'intimità del suo medico.

 

La casa dei sette abbaini


The House of Seven Gables, 1851

 

La vita è fatta di marmo e di fango. 

 

Quale altro carcere è scuro come il nostro cuore! Quale carceriere così inesorabile come il nostro io!

 

Il fauno di marmo


The Marble Faun, 1860

 

Nessuno, penso, dovrebbe leggere poesie, o guardare quadri o statue, se non vi sa trovare molto di più di quanto il poeta o l'artista vi abbiano effettivamente espresso.

 

Diari


Diaries, 1835-1862

 

La castità per una donna è fatta, come una cipolla, di involucri sovrapposti.

 

Un eroe non può essere eroe se non in un modo eroico.

 

La lettera scarlattaLa lettera scarlatta
Autore Nathaniel Hawthorne
Traduttore B. Tasso
Editore BUR Bibl. Univ. Rizzoli, 2007

Il romanzo racconta la storia di Hester Prynne, una donna che, dopo aver dato alla luce una bimba, frutto di una relazione adulterina, rifiuta di rivelare chi è il padre e lotta per crearsi una nuova vita di pentimento e dignità. La lettera scarlatta è la A che per punizione ogni adultera deve portare cucita sul petto e che "marchia" in modo indelebile le azioni e la coscienza della protagonista, stretta in un patologico triangolo con il marito e con l'antico seduttore in un crescendo di tensione, sofferenza, angoscia.

Indice Autori - Home Page - Avvertenze - Contatti - Torna su