Oliviero Toscani 

 

Oliviero Toscani

Milano 1942
Fotografo italiano

Non sono obiettivo, 2001

Aforismario

 

Esagerare è una forma di creatività che appartiene all'arte. E l'arte è l'espressione delle emozioni, esagerare fa bene, è un esercizio delle passioni, dalle quali veniamo sempre più allontanati dalla realtà analgesica in cui viviamo.

 

Si nasce, e poi l'unica cosa che siamo sicuri ci succederà sarà il morire.

 

In fondo la vecchiaia non è altro che il castigo di essere ancora vivi.

 

La vita ha senso solo se si vive "contro". Il conformismo uccide la creatività e finisce per annientare l'uomo.

 

Credere in un dio ti dispensa dall'essere coraggioso nel rischiare di credere in qualcos'altro, la religione ti rende la vita più facile, e il posto più sicuro.

 

Se si è maturi per un dio si è generalmente acerbi per il prossimo.

 

C'è chi crede nella religione e chi invece religiosamente crede nel non crederci.

 

Le persone normali hanno sempre bisogno di un mostro da giudicare per convincersi di non essere simili a lui.

 

È più facile far uscire un bambino dalla mamma cha la mamma dal bambino.

 

Non ho ancora capito se la mamma è un'istituzione utile all'umanità o se è stata inventata dal Padreterno per far guadagnare gli psicoanalisti.

 

Non c'è niente che ci parli oggi della morte della natura − e per morte della natura intendo l'abdicazione all'inautentico, all'artificiale, al pretestuoso − come il rossetto viola che le donne si passano sulle labbra.

Non sono obiettivo Non sono obiettivo
Autore Oliviero Toscani
Editore Feltrinelli, 2001

Oliviero Toscani non è solo un famoso fotografo. Gli piace polemizzare e ama castigare i costumi del tempo in cui si trova a vivere. Con questo spirito tiene una rubrica ("Natura morta") sul quotidiano "Il Tirreno". Montando i suoi articoli ha realizzato un volume scandito in dodici sezioni, in cui se la prende con il consumismo becero, l'ansia accumulativa dei nuovi ricchi, il degrado ambientale e morale, le donne che non fanno le donne e gli uomini che non fanno gli uomini, tutte le forme di ottusità, fanatismo, oscurantismo e intolleranza che avvelenano la convivenza civile.

Indice Autori - Home Page - Avvertenze - Contatti - Torna su