Paul Julius Möbius 

 

Paul Julius Möbius

Lipsia 1853 - 1907
Scienziato e neurologo tedesco  

Sull'inferiorità mentale della donna 

Uber den phisiologische Schwachsinn des Weibes, 1900

Aforismario

 

Le donne, prese nell'insieme, sono veramente deficienti rispetto agli uomini? Un vecchio proverbio ci dà la risposta: "Capelli lunghi, cervello corto", ma la sapienza moderna non vuol saperne; per essa, l'intelligenza femminile sta, per lo meno, all'altezza di quella degli uomini.

 

Resta completamente dimostrato, che, nella donna, sono meno sviluppate che nell'uomo porzioni del cervello, le quali sono della massima importanza per la vita psichica, quali le circonvoluzioni del lobo frontale e temporale, e che questa differenza esiste fin dalla nascita.

 

Non appena un uomo imprende un lavoro femminile, si fa sarto, tessitore, cuoco, ecc., tosto produce un lavoro migliore di quello della donna.

 

L'istinto rende la donna somigliante alle bestie, sempre dipendente da influenze estrinseche, sicura di sé e gaia. In essa s'agita la singolare forza dell'istinto, che la rende veramente mirabile e attraente.

 

Il genere umano sarebbe rimasto nel suo stato originario se non fossero esistite altro che le donne. Ogni progresso è opera dell'uomo.

 

La lingua è l'arma delle donne, poiché la loro debolezza fisica impedisce loro di lottare con le pugna, la loro debolezza mentale le obbliga a rinunziare alla prova dei fatti, per cui non resta loro che la piena delle parole.

 

La natura vuole, dalla donna, amore e dedizione materna.

 

Tutto il significato della vita della donna dipende da ciò, che la fanciulla trovi l'uomo che le si confaccia.

L'inferiorità mentale della donnaL'inferiorità mentale della donna
Autore: Paul-Julius Moebius
Editore: Castelvecchi, 1998

Con volontà freddamente scientifica, nel 1900 lo psichiatra Moebius constata la fisiologica deficienza fisiologico-mentale della donna. E, oggi come allora, parte della nostra cultura è costruita su questo presupposto.

Indice Autori - Home Page - Avvertenze - Contatti - Torna su