Philip Dormer Stanhope Chesterfield 

Philip Dormer Stanhope

IV conte di Chesterfield
Londra 1694 - 1773
Diplomatico e letterato britannico

Lettere al figlio

Letters to his Son, 1737/68 (postumo 1774-1890)

Aforismario

 

Una donna si conquista infallibilmente con qualunque tipo di adulazione, e un uomo con un tipo di adulazione o con l'altro.

 

Si dimentica prima una ferita che un insulto.

 

Sii più saggio degli altri, se puoi, ma non glielo dire.

 

Tutto ciò che merita di essere fatto merita di essere fatto bene.

 

Il dir menzogne è l'unica arte della bassa capacità, e il solo rifugio dei vili.

 

La pigrizia è il rifugio degli spiriti deboli.

 

Lo stile è la veste del pensiero; e un pensiero ben vestito, come un uomo ben vestito, si presenta migliore.

 

Ci sono casi in cui un uomo deve rivelare metà del suo segreto per tener nascosto il resto.

 

Non v'è nulla di così ingeneroso e ineducato come una risata udibile.

 

Lascia agli sciocchi leggere ciò che gli sciocchi hanno scritto.

 

Il modo di vestirsi è una preoccupazione sciocca. Ma è molto sciocco per un uomo non essere ben vestito.

Lettere al figlio 1750-1752Lettere al figlio
Autore Philip D. Chesterfield
Curatore M. Fumaroli
Traduttore E. De Angeli
Editore Adelphi, 2001

Philip Dormer Stanhope, quarto conte di Chesterfield, non passa alla storia per le sue virtù politiche e diplomatiche, bensì per il suo poderoso epistolario, e in particolare per le lettere da lui indirizzate al figlio Philip sin da quando questi ha solo cinque anni. Lo scopo di una così lunga e intensa corrispondenza è di trasformare quell'unico erede - per di più illegittimo e quindi lontano - in un perfetto aristocratico, munito perciò di quelle doti di cultura, di gusto e di comportamento che il padre ritiene essenziali a tal fine.

Indice Autori - Home Page - Avvertenze - Contatti - Torna su