Rainer Maria Rilke 

 

Rainer Maria Rilke

Praga 1875 - Montreux 1926
Scrittore, poeta e drammaturgo austriaco di origine boema

Aforismario

 

Lettere a un giovane poeta


Briefe an einen jungen Dichter, 1903/08 (postumo 1929)

 

L'esperienza artistica è così incredibilmente prossima a quella sessuale, alle sue pene e ai suoi piaceri, che i due fenomeni non sono in realtà che forme diverse di una identica brama e beatitudine.

 

L'amore consiste in questo, che due solitudini si proteggono a vicenda, si toccano, si salutano.

 

Le opere d'arte sono di una solitudine infinita, e nulla può raggiungerle meno della critica.

 

Un'opera d'arte è buona se nasce da necessità. È questa natura della sua origine a giudicarla: altro non v'è.

 

Necessaria è una cosa sola: solitudine, grande solitudine interiore. Volgere lo sguardo dentro sé e per ore non incontrare nessuno; questo bisogna saper ottenere.

 

Pericolose e cattive sono solo le tristezze che portiamo tra la gente, per sopraffarle; come malattie trattate in modo superficiale e sciocco, esse non fanno che arretrare per erompere, dopo una breve pausa, tanto più virulentemente; e si ammassano nell’intimo e sono vita, sono vita non vissuta, svilita, perduta, di cui si può morire.

 

I quaderni di Malte Laurids Brigge


Die Aufzeichnungen des Malte Laurids Brigge, 1910

 

Era un poeta e odiava l'approssimazione.

 

Vivono duramente gli amati, e in pericolo. Oh, se potessero superarsi e divenire amanti!

 

Essere amati significa ardere e consumarsi. Amare è: illuminare con olio inesauribile.

 

Divenire amati è passare, amare è durare.

 

Elegie duinesi


Duineser Elegien, 1923

 

Il bello è solo l'inizio del tremendo.

 

Lettere


Briefe, 1897-1926 (postumo 1936/39)

 

Un buon matrimonio è quello in cui ciascuno dei due nomina l'altro custode della propria solitudine.

I quaderni di Malte Laurids BriggeI quaderni di Malte Laurids Brigge
Autore Rainer M. Rilke
Curatore F. Jesi
Editore Garzanti Libri, 2002

Leggendo questo romanzo emerge la percezione della fatalità di un fallimento: quello rappresentato dalla sconsacrazione subita dall'arte nell'età moderna. Ma il "Malte", libro tutto permeato d'interni e d'interiorità, di nomi e di nomi di cose, che riesce a tradurre in parola anche gli eventi più infimi e impercettibili, è una delle poche opere poste sulla soglia della modernità letteraria.

Indice Autori - Home Page - Avvertenze - Contatti - Torna su