Rudolf Nureyev 

 

Rudolf Nureyev

Irkutsk 1938 - Parigi 1993
Ballerino e coreografo russo naturalizzato austriaco

Aforismario

 

È la legge dell’amore: si ama perché si sente il bisogno di farlo, non per ottenere qualcosa o essere ricambiati, altrimenti si è destinati all’infelicità.

 

Ogni uomo dovrebbe danzare, per tutta la vita. Non essere ballerino, ma danzare.

 

Se si prova stanchezza e fatica ballando, e se ci si siede per lo sforzo, se compatiamo i nostri piedi sanguinanti, se rincorriamo solo la meta e non comprendiamo il pieno ed unico piacere di muoverci, non comprendiamo la profonda essenza della vita, dove il significato è nel suo divenire e non nell’apparire.

 

Chi vola alto è sempre solo.

 

Ognuno vorrebbe esser il più grande, ma Dio non può accordare quest'onore a tutti.

 

L'amicizia, come l'amore, richiede quasi altrettanta arte di una figura di danza ben riuscita. Ci vuole molto slancio e molto controllo, molti scambi di parole e moltissimi silenzi. Soprattutto molto rispetto.

 

Uno pensa sempre d'aver dato più di quel che ha ricevuto, ma per dare bisogna aver qualcosa dentro.

Rudolf NureyevRudolf Nureyev
Biografia di un ribelle
Autore Bertrand Meyer-Stabley
Traduttore E. Mugellini
Editore Lindau, 2009

Ballerino sublime, coreografo, avventuriero, dandy, lavoratore instancabile, Rudolf Nureyev continua a esercitare un fascino cui è difficile sottrarsi. D'altra parte la sua vita assomiglia a un romanzo, in cui bellezza, talento, ribellione, nostalgia e solitudine si intrecciano inesorabilmente.

Indice Autori - Home Page - Avvertenze - Contatti - Torna su