Stephen King 

 

Stephen King

Portland 1947
Scrittore e sceneggiatore statunitense

Aforismario

 

Carrie


Carrie, 1974

 

Il "mi dispiace" è il pronto soccorso delle emozioni umane.

 

La gente non migliora, diventa solo più furba. Quando diventi più furbo, non smetti di strappare le ali alle mosche, cerchi solo di trovare dei motivi migliori per farlo.

 

Le notti di Salem


Salem's Lot, 1975

 

Che Dio mi conceda la serenità di accettare ciò che non posso cambiare, la tenacia di cambiare ciò che posso e la fortuna di non fare troppe cazzate.

 

Ossessione


Rage, 1977

 

Forse è solo lo spirito della massa. Dare addosso all'individuo.

 

L'ombra dello scorpione


The Stand, 1978

 

Il bello della mania religiosa è che ha la capacità di spiegare tutto. Una volta che Dio (o Satana) sia accettato come causa prima di tutto ciò che accade nel mondo dei mortali, nulla viene lasciato al caso... o al mutamento.

 

La mania religiosa è uno dei pochi metodi infallibili per reagire ai ghiribizzi del mondo, perché elimina totalmente il puro caso. Per il perfetto maniaco religioso, tutto ha un suo scopo.

 

L'uomo può essere stato fatto a immagine di Dio, ma la società umana è stata fatta a immagine del Suo opposto. E cerca sempre di ritornare.

 

Cujo


Cujo, 1981

 

Se un uomo attraversa una stanza buia dove c'è una voragine, se ci passa a pochi millimetri, non c'è bisogno che sappia che c'è mancato un pelo a cascarci dentro. Non c'è bisogno di avere paura. Basta che le luci restino spente.

 

Stagioni diverse


Different Seasons, 1982

 

Nessuna parola, nessuna combinazione di parole, può chiudere le ferite d'amore.

 

L'amore non è quello che i poeti del cazzo vogliono farvi credere. L'amore ha i denti; i denti mordono; i morsi non guariscono mai.

 

Le cose più importanti sono le più difficili da dire. Sono quelle di cui ci si vergogna, poiché le parole le immiseriscono – le parole rimpiccioliscono cose che finché erano nella vostra testa sembravano sconfinate, e le riducono a non più che a grandezza naturale quando vengono portate fuori.

 

Questa è la cosa peggiore, secondo me. Quando il segreto rimane chiuso dentro non per mancanza di uno che lo racconti ma per mancanza di un orecchio che sappia ascoltare.

 

Christine


Christine, 1983

 

Se fare il ragazzo significa imparare a vivere allora fare l'adulto significa imparare a morire.

 

L'amore non è cieco. L'amore è un cannibale con una vista estremamente acuta. L'amore è un insetto che ha sempre fame.

 

Scheletri


Skeleton Crew, 1985

 

Quando la tecnologia fallisce, quando i sistemi religiosi tradizionali falliscono, la gente deve pur avere qualcosa. Anche uno zombi che spunta dalla notte può sembrare una cosa allegra rispetto all'orrore da commedia esistenziale dello strato di ozono che si dissolve sotto l'assalto combinato di un milione di bombolette spray dì deodorante.

 

It


 It, 1986

 

Forse non esistono nemmeno amici buoni o cattivi, forse ci sono solo amici, persone che prendono le tue parti quando stai male e che ti aiutano a non sentirti solo.

 

Il romanzesco è la verità dentro la bugia

 

La chiamata dei tre


The Drawning of the Three, 1987

 

Tanto vale bersi l'oceano con un cucchiaino piuttosto che discutere con un innamorato.

 

Misery


Misery, 1987

 

Denuda uno scrittore, indicagli tutte le sue cicatrici e saprà raccontarti la storia di ciascuna di esse, anche della più piccola. E dalle più grandi avrai romanzi, non amnesie. Un briciolo di talento è un buon sostegno, se si vuol diventare scrittori, ma l'unico autentico requisito è la capacità di ricordare la storia di ciascuna cicatrice.

 

La metà oscura


The Dark Half, 1989

 

Certe volte la gente mente soltanto tacendo.

 

La sfera del buio


Wizard and Glass, 1997

 

Come tutte le droghe forti, il vero primo amore è interessante solo per coloro che ne sono prigionieri. E, come per tutte le droghe forti e che danno assuefazione, il vero primo amore è pericoloso.

 

Mucchio d'ossa


Bag of Bones, 1998

 

Certe volte le cose funzionano solo perché sei tu a pensare che funzionino. È una definizione di fede che ne vale tante altre.

 

Ogni buon matrimonio è territorio segreto, uno spazio necessariamente bianco sulla mappa della società.

 

Il miglio verde


The Green Mile, 1999

 

Sempre meglio un amore bizzarro che nessun amore.

 

On Writing. Autobiografia di un mestiere


On Writing. A Memoir of the Craft, 2000

 

Se volete fare gli scrittori, ci sono due esercizi fondamentali: leggere molto e scrivere molto.

 

Leggiamo per assaggiare la mediocrità e sentirci una schifezza; è un’esperienza che ci aiuta a riconoscere l’orrore quando comincia ad affiorare nel nostro lavoro, e a starne alla larga. Leggiamo anche per misurarci con la grandezza e il talento, per farci un’idea di tutto ciò che si può fare.

 

I romanzieri, sottoscritto compreso, non capiscono molto di quel che fanno, non sanno perché funziona quando va bene, non sanno perché non funziona quando va male.

 

Scrivere è un'occupazione solitaria. Avere qualcuno che crede in te fa una grande differenza.

 

Per scrivere al meglio delle proprie capacità, è opportuno costruire la propria cassetta degli attrezzi e poi sviluppare i muscoli necessari a portarla con sé.

 

Scrivere è un'articolazione raffinata del pensare.

 

Sebbene sia impossibile estrarre uno scrittore competente da un cattivo scrittore, e sia ugualmente impossibile tirar fuori un grande scrittore da uno bravo, è invece possibile, con molto duro lavoro, dedizione e aiuti tempestivi, trasformare in bravo uno scrittore che è solo competente.

 

Ogni libro che aprite ha la sua o le sue lezioni da offrirvi, e abbastanza spesso i libri brutti hanno da insegnarvi di più di quelli belli.

 

La lettura è il centro creativo della vita di uno scrittore.

 

Da svegli si può addestrare la mente a dormire in modo creativo e a sviluppare quei sogni a occhi aperti le cui vivide immagini sono ottime opere di fiction.

 

Non esiste un Deposito delle Idee, non c'è una Centrale delle Storie, un'Isola dei Best-Seller sepolti; le idee per un buon racconto spuntano a quel che sembra letteralmente dal nulla.

 

Lo scrittore tossicodipendente è nient'altro che un tossicodipendente, sono tutti in altre parole comunissimi ubriaconi e drogati. La pretesa che droghe e alcol siano necessari per sopire una sensibilità più percettiva non è che la solita stronzata autogiustificativa.

 

I lupi del Calla


Wolves of the Calla, 2003

 

Attento a che cosa preghi di ottenere, perché potresti essere esaudito.

 

Noi spalmiamo il tempo come meglio possiamo, ma alla fine il mondo se lo riprende tutto.

 

La canzone di Susannah


Song of Susannah, 2004

 

Nel Paese della Memoria il tempo è sempre Ora.

 

Nulla apre gli occhi della memoria come una canzone.

 

Duma Key


Duma Key, 2008

 

L'arte è il concreto articolo di fede e aspettativa, la realizzazione di un mondo che altrimenti sarebbe poco più di un velo di inutile consapevolezza teso su un golfo di mistero.

 

Fatti il giorno e che il giorno faccia te.

 

Inganniamo noi stessi così spesso che potremmo farne la nostra professione quotidiana.

 

On writingOn Writing
Autobiografia di un mestiere
Autore Stephen King
Traduttore T. Dobner
Editore Sperling & Kupfer, 2001

Più che un manuale tecnico per aspiranti scrittori, questo libro è un'autobiografia del mestiere, in cui la storia personale e professionale di King si fondono totalmente. Il capitolo d'apertura, "Curriculum vitae" ripercorre gli anni della formazione attraverso i momenti di crescita fino al grande successo di "Carrie". "La cassetta degli attrezzi" è invece una disincantata elencazione dei ferri del mestiere. "Sullo scrivere" illustra le fasi del racconto creativo fino all'approdo editoriale; infine "Sul vivere" racconta come l'autore abbia visto la morte da vicino dopo lo spaventoso incidente in cui è stato coinvolto e come, grazie alla scrittura, sia tornato alla vita.

Indice Autori - Home Page - Avvertenze - Contatti - Torna su