Vinicio Capossela 

 

Vinicio Capossela

Hannover 1965
Cantautore italiano

Non si muore tutte le mattine, 2004

Aforismario

 

Preferisco le impressioni. Le impressioni emozionano. È inutile conoscere: molto meglio supporre.

 

L'impreparazione è una condizione molto fertile.

 

Le cose non la smettono più di lasciarti. Forse lo fanno perché sanno che devi procedere leggero, cercano di farti un favore.

 

Ogni scusa viene buona per dichiararsi perdenti.

 

Com'è simile la parola amarezza alla parola amore.

 

È la vita... ma è certo, non si muore tutte le mattine, si muore una volta sola.

 

Puniti dalla troppa passione, ci si è portati al punto di rimanere fermi davanti ai bivi.

 

La vita va corretta, eccome, è troppo dura da buttare giù liscia.

 

Le persone che hai amato inizieranno a essere un'eco nella cornetta del telefono portatile.

 

Bisogna vederla così la città, alla fine della notte, andare ad alzarle la veste… entrare nella cortina fumosa del megalopolio, arrivare per le strade deserte, livide dell’alba. Quella è l’emozione! Bisogna arrivare solo per prendersi l’emozione di arrivare. Visitare è un’altra cosa

 

Che passi pure il giorno, non so che farmene, né dove andarlo a cercare. Mi tengo stretta la mia notte.

Non si muore tutte le mattineNon si muore tutte le mattine
Autore Vinicio Capossela
Editore Feltrinelli, 2006

Una stagione all'inferno. Dove l'inferno è l'io di chi racconta e insieme la scena, metropolitana, suburbana, in cui si muove, accompagnato dall'amico di sempre. Epopea di perdenti, unica razza che ha potuto conoscere la grandezza e la bellezza.

Indice Autori - Home Page - Avvertenze - Contatti - Torna su