Vujadin Boškov 

 

Vujadin Boškov

Begec 1931 - 2014
Calciatore e allenatore di calcio serbo

Aforismario

 

Calcio è calcio.

 

Chi non tira in porta non segna.

 

Gli allenatori sono come i cantanti lirici. Sono molti e anche bravi, ma soltanto due o tre possono cantare alla scala di Milano.

 

Grandi squadre fanno grandi giocatori. Grandi giocatori fanno spettacolo e migliore calcio.

 

La mia grossa preoccupazione è prendere un gol meno dell'avversario.

 

L'allenatore deve essere al tempo stesso maestro, amico e poliziotto.

 

Nel calcio c'è una legge contro gli allenatori: giocatori vincono, allenatori perdono.

 

Pallone entra quando Dio vuole.

 

Partita dura 90 minuti e finisce quando arbitro fischia.

 

Più bravi di Boskov sono quelli che stanno sopra di lui in classifica.

 

Rigore c'è quando arbitro dà.

 

Rigore è quando arbitro fischia.

 

Squadra che vince, non si cambia.

 

Un 2 a 0 è un 2 a 0, e quando fai 2 a 0 vinci.

 

Un brocco resta brocco anche se gioca a zona.

 

Un giocatore con due occhi deve controllare il pallone e con due il giocatore avversario.

 

Vince squadra che sbaglia meno.

Condividi  

 

Parola di BoskovParola di Boskov
Curatore F. Calzia
Editore Frilli, 2003

Il libro. Inserito nella collana “Ultimo Stadio”, “Parola di Boskov” contiene in particolare una lunga intervista che racconta in presa diretta la vita e i miracoli del “mago di Novi Sad”: aneddoti, curiosità e tante “verità verità” riportate, come deve il buon cronista, parola per parola. Quindi ancora aneddoti e citazioni celebri del mago di Novi Sad. Ne salta fuori un libro simpatico, quasi un premio alla carriera per Vujadin, con tutte le espressioni coloritissime e ormai “tipiche” con le quali Boskov esprime il suo pensiero, un pensiero fatto di piccole-grandi saggezze e di filosofia di vita.

Indice Autori - Home Page - Avvertenze - Contatti - Torna su