William Hazlitt 

 

William Hazlitt

Maidstone 1778 - Soho 1830
Scrittore, filosofo e critico letterario britannico

Aforismario

 

Attorno alla tavola


The Round Table, 1817

 

L'arte di piacere consiste nel piacersi.  

 

Tutte le persone incolte sono ipocrite.

 

Quasi ogni setta del cristianesimo rappresenta una perversione della sua essenza in un compromesso con i pregiudizi del mondo.

 

Saggi politici


Political Essays, 1819

 

Coloro che fanno del vestito una parte principale di sé stessi finiranno, in generale, per non valere più dei loro abiti.

 

Discorsi a tavola


Table-Talk. Essays on Men and Manners, 1821-1822

 

Se desideriamo conoscere la forza del genio umano dobbiamo leggere Shakespeare. Se vogliamo constatare quanto sia insignificante l'istruzione umana possiamo studiare i suoi commentatori.

 

Chiunque sia passato per i gradi regolari dell'educazione classica senza esser stato ridotto all'imbecillità, si può ritenere salvo per miracolo.

 

È solo l'ignoranza a creare mostri o spauracchi: i nostri reali conoscenti sono tutti persone molto comuni.  

 

È meglio non saper né leggere né scrivere che saper leggere e scrivere, e non esser capaci d’altro.

 

L'entusiastica Fantasia ha sempre marinato la scuola.

 

Le antipatie violente sono sempre sospette, e tradiscono una segreta affinità.

 

Non esiste animale più meschino, stupido codardo, miserabile, egoista, malevolo, invidioso, ingrato del Pubblico. È il più vigliacco dei vigliacchi, perché ha paura di sé stesso.

 

Caratteristiche


Characteristics in the manner of Rochefoucault's maxims, 1823

 

Pensare male degli uomini e non voler loro del male, è forse la forma più alta di saggezza e virtù.

 

La riflessione rende gli uomini codardi.

 

I soli che meritano un monumento non ne hanno bisogno; quelli, cioè, che hanno eretto un monumento nelle menti e nelle memorie degli uomini.

 

La morte è il male più grande, perché recide la speranza.

 

È bene che non esista nessuno senza difetti: perché non avrebbe un solo amico al mondo.

 

Seppure il mondo non servisse a nient'altro, sarebbe un buon soggetto di meditazione.

 

Il pubblico non ha vergogna né gratitudine.

 

I nostri amici sono generalmente pronti a fare tutto per noi, tranne ciò che vogliamo davvero che facciano.

 

L'astuzia è l'arte di celare i nostri difetti, e di scoprire le debolezze degli altri.

 

Una qualità brillante dona lustro a un'altra, o nasconde qualche difetto evidente.

 

L'unico vizio che non può essere perdonato è l'ipocrisia. Il pentimento di un ipocrita è esso stesso ipocrisia.

 

Ogni uomo, secondo la sua opinione, costituisce un'eccezione alle ordinarie regole della moralità.

 

Non avrà mai veri amici chi teme di farsi dei nemici.

 

Alcune persone fanno promesse per il piacere di romperle.

 

Essere ricordati dopo morti, è una povera ricompensa per essere trattati con disprezzo mentre stiamo vivendo.

 

Il vero barbaro è colui che pensa che ogni cosa sia barbara tranne i propri gusti e i propri pregiudizi.

 

Il silenzio è una delle grandi arti della conversazione.

 

Le persone più silenziose sono generalmente quelle che hanno la più alta opinione di sé.

 

Note su un viaggio attraverso la Francia e l'Italia


Notes of a Journey Through France and Italy, 1826

 

L'uomo è un animale che finge, e non è mai tanto sé stesso come quando recita.

 

Schizzi e Saggi


Sketches and Essays, 1829

 

Non facciamo bene niente finché non smettiamo di pensare al modo di farlo.

 

Conversazioni di James Northcote


Conversations of James Northcote, 1830

 

La moda è la raffinatezza che corre davanti alla volgarità e teme di essere sorpassata.

 

Non ci basta aver ragione: vogliamo dimostrare che gli altri hanno assolutamente torto.

 

Sull'ignoranza delle persone colteSull'ignoranza delle persone colte
e altri saggi

Autore William Hazlitt
Curatore  F. De Propris
Editore Fazi, 2001

Tratti dalla raccolta Table-Talk, questi testi rappresentano un primo passo per avvicinarsi alla sterminata produzione saggistica di Hazlitt, vera mente critica del Romanticismo europeo.

Gli aforismi tratti da "Caratteristiche" sono stati tradotti dall'inglese di Giovanni Soriano.

Indice Autori - Home Page - Avvertenze - Contatti - Torna su